LA STORIA

La storia 

Il gusto della tradizione in un ambiente originale

All'origine del nome Antica Besseta, una trattoria fra le più antiche di Venezia, c'è una curiosa storia a metà fra leggenda e tradizione.

Nel dialetto veneziano per indicare il denaro si utilizzano vari termini. Il più diffuso è "schei", vocabolo coniato nell'Ottocento dalle monete del Regno Lombardo Veneto per indicare il centesimo della Lira austriaca. Ancora molto usato è "palanche": la "palanca” era una moneta di rame del valore di un soldo veneto. Il "bezzo" era una moneta di rame del valore di metà di un soldo veneto, in pratica mezza palanca.

Si narra che il proprietario del locale fosse un uomo buono e generoso. Una volta alla settimana garantiva ai poveri, e a chi ne avesse avuto bisogno, un pasto per un mezzo soldo, un "besso” appunto. La sorella invece, residente anche lei in questa calle era avida e interessata solo al denaro: si dedicava anche al prestito ad usura. Da qui nacque il nome Vecia Besseta, che fu poi trasformato in 
Antica Besseta.

Il locale è situato in Salizzada Ca Zusto, tra i Campi San Giacomo dell’Orio e Campo Nazario Sauro, collocato in una posizione privilegiata, lontano dal clamore dei grandi flussi turistici.

Il plateatico è caratterizzato da una pianta di vite che avvolge l'intera facciata a creare un fresco pergolato che dona un benefico refrigerio nelle calure estive. Sul fianco si trova poi la più stretta calle di Venezia: due persone non riescono a transitarvi contemporaneamente!
Basterebbero questi particolari per solleticare la curiosità del visitatore attento e del buongustaio in cerca di una location insolita dove pasteggiare: soprattutto però all’Antica Besseta si gusta un’ottima cucina, a metà tra la tradizione e la ricerca di nuove sensazioni. 

Pasta fatta in casa, pesce sempre freschissimo, dolci e sorbetti artigianali sono i cardini di un'offerta gastronomica sapientemente proposta come prelibato inno alla tipicità veneziana: tutti i piatti, conditi con l'ingrediente fondamentale della passione, portano in tavola i grandi sapori della Laguna. La pregiata selezione di vini italiani assicura perfetti abbinamenti gastronomici. 

A rendere speciale il pasto contribuisce anche l'atmosfera unica di un ambiente particolare: due sale interne per un totale di 60 coperti, con arredamento fine Ottocento, tavoli in marmo, graziose credenze e vetrinette, sedie thonet originali e una collezione di quadri d’autore ad abbellire le pareti. 26 coperti nella piazza esterna.
Share by: